Crea sito

Salva Giglio di Mare

La tutela del raro Giglio di Mare

 

giglio

Il Progetto Salva Giglio di Mare prevede il censimento delle piante presenti nella Riserva Borsacchio e la loro messa in sicurezza  Nella stagione 2018 solo 4 esemplari sono stati censiti.

Scientificamente Pancratium maritimum, è una pianta, rara e misteriosa. Presente lungo l’intero sviluppo della duna della Riserva Borsacchio.

Nella stagione sfavorevole trascorre un periodo di riposo completo perdendo tutta la porzione fuori terra, fusto e foglie. Sparisce completamente alla vista e resiste così alle temperature invernali.

Assume forma di “cespo” che si allarga orizzontalmente, mentre sotto la superficie presenta un bulbo, come le cipolle.

Il fiore è una meraviglia della natura. Bianco e con una forma dei petali che ricorda le bellissime orchidee. Un fiore “ermafrodita” con impollinazione entomofila produce una capsula contenente molti semi di colore nero. Il vero seme è situato all’interno di una massa sugherosa e leggerissima. Galleggia come avesse un salvagente. Le onde delle mareggiate, che raggiungono le dune, raccolgono i semi dispersi e li portano lontano.

giglio

Questa pianta, per quanto bella è altresì velenosa e la sua fioritura avviene dal 15 luglio a fine agosto. A settembre le capsule assumono sfumature marroni e lasciano intravedere all’interno i semi neri destinati a cadere al suolo e prendere la via del mare.

Siamo in attesa dell’autorizzazione del Comune di Roseto per affiggere cartelli di segnalazione.

0 Condivisioni