Crea sito

I Calanchi

Il Borsacchio, oltre ad offrire una splendida ed incontaminata spiaggia, include la collina retrostante caratterizzata da versanti in erosione con un aspetto “lunare”: i calanchi.

Cosa sono i Calanchi?

I calanchi rappresentano un fenomeno geomorfologico erosivo del terreno che si innesca per l’effetto del dilavamento delle acque su un terreno argilloso e con scarsa copertura vegetale, quindi poco protette dal ruscellamento. Il calanco, infatti, si forma nel tempo con l’ erosione dovuta principalmente all’ acqua piovana: in inverno questi terreni (argillosi) si inzuppano di acqua diventando particolarmente franosi. Quasi tutti i calanchi sono rivolti verso sud perché, essendo più esposti al sole, sono più soggetti alla formazione di crepe più o meno profonde, dove l’acqua penetra più facilmente. Nei calanchi la vegetazione è molto scarsa perché l’acqua nello scivolare sgretola il terreno; inoltre essendo per lo più il terreno argilloso, è soggetto a rapide alternanze tra periodi umidi ed aridi.

La flora presente nei calanchi del Borsacchio, è costituita da: il Cappero (Capparti spinosa) che con i suoi eccezionali apparati radicali riesce a rimanere ancorato in posizione pressoché verticale e a sopportare anche un’accentuata erosione, la ginestra (Spartiu, junceum), piantaggine (Platango Ianceolata), il cardo (Cynara cardunculus), il rovo (Rubus ulmifolius), la sanguinella (Cornus sanguinea), ecc ecc.

Alcuni Calanchi, come ad esempio quelli di Diodoro, sono nati in maniera artificiale per via dello sfruttamento delle risorse da parte delle industrie di laterizi.

E dove si trovano i calanchi nella riserva del Borsacchio?

I più grandi ed estesi del Borsacchio si trovano dietro all’attuale Diodoro ecologia ed hanno il nome di Calanchi di Diodoro https://goo.gl/maps/oE54ko32Z8N2 (coordinate 42°41’15’’N – 13°59’47’’E)

Risalendo l’antico percorso che porta a Montepagano, potrete ammirarli alla vostra destra: durante una delle nostre escursioni notturne alla fonte dell’Accolle, potreste restare ammaliati dallo spettacolo che luna e calanchi regaleranno ai vostri occhi.

Più a nord si trovano i Calanchi delle Pullette https://goo.gl/maps/34vYTDf5YLF2 (coordinate 42°41’29’’N – 13°59’39’’E)

Verso la costa, ed i Calanchi di Cavicchi https://goo.gl/maps/XfNASy8ZSwj (coordinate 42°41’23’’N – 13°58’46’’E

i Calanchi di Lugallo https://goo.gl/maps/7buMbD1yZfB2 (coordinate 42°41’16’’N – 13°57’50’’E

I Calanchi di Culogne https://goo.gl/maps/GUTEsph4JMQ2 (coordinate 42°41’35’’N – 13°57’37’’E)

proseguendo verso la collina spostandoci un po’ più a nord troviamo i Calanchi del fosso Borsacchio https://goo.gl/maps/FH7dqAotD7H2

e risalendo verso Cologna, i calanchi di Flinchi https://goo.gl/maps/cjjypFiZBNE2 (coordinate 42°41’57’’N – 13°58’22’’E):

I Calanchi di Colle Magnone

01/09/2018 . Diritti Riservati – “Guide del Borsacchio”. Per pubblicazioni obbligo di citazione fonte www.guidedelborsacchio.it

 

 

0 Condivisioni